Decreto legge n. 50 “le misure per lo sviluppo sono del tutto sbilanciate”

Le misure per lo sviluppo, inserite nella conversione in legge del Decreto Legge n. 50, rischiano di risultare “aiuti di Stato” ad uno specifico settore: quello della stampa, delle radio e tv locali che pur nella loro lodevole opera di informazione, sono i maggiori ricettori degli investimenti pubblicitari da parte delle imprese.
La TV da sola, assorbe oltre il 60% degli investimenti complessivi a carattere nazionale, inserire un credito d’imposta per favorire questo tipo di prodotto pubblicitario rispetto a tutti gli altri, riteniamo possa essere uno sbilanciamento enorme di un settore che rischia di affossare tutti gli altri, che sono già in seria difficoltà in questi ultimi anni per effetto della crisi che ha portato a riduzioni consistenti degli investimenti pubblicitari.
Invieremo al Governo le nostre osservazioni per ricercare soluzioni che possano ripristinare i rapporti di leale e libera concorrenza nel settore pubbicitario.

Viabilità in Piemonte “incontro tra il presidente della Regione ed il Presidente dell’Anas”

Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino e il presidente Anas Gianni Vittorio Armani si sono incontrati oggi lunedì 3 luglio a Torino per fare il punto sul alcuni dei principali temi che riguardano la Regione.

In particolare, nel corso della riunione, è stato approfondito lo stato di avanzamento delle attività volte al trasferimento di alcune strade ad Anas , passate a suo tempo alla Regione Piemonte con l’introduzione del c.d. Federalismo stradale. Nell’occasione è stata ribadita da entrambe le parti la positiva sinergia che si è instaurata tra Anas e Regione, che ha portato alla individuazione di circa 1000 chilometri di strade interessate al rientro suddivise tra le province della Città Metropolitana di Torino, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo e Novara. Tale operazione è stata resa possibile anche grazie all’impegno della Regione Piemonte che si è fatta promotrice dei necessari accordi con le suddette Amministrazioni.

per continuare a leggere clicca sul titolo

(altro…)